La Storia

Inaugurata nel 1934 da Giovanni Maymone in via Dante, la Farmacia Maymone diviene ben presto un punto di riferimento per serietà, competenza e professionalità. Con gli anni il timone passa a Giuseppina, figlia del capostipite, che trasmette i valori del padre anche ai figli Angelo e Giovanni Leone. Oggi la Farmacia, che nel frattempo si è trasferita in via Catania, apre ulteriori punti vendita (non solo a Palermo) diventando punto di riferimento per la città. I fratelli Leone forti degli insegnamenti di una famiglia di farmacisti hanno elevato al livello di eccellenza la loro attività attraverso una continua formazione e aggiornamento del proprio personale ed una costante attenzione ai nuovi mezzi di comunicazione. In 80 anni di vita della farmacia, si è passati dalle preparazioni galeniche all’attività di consulenza e servizi al cliente. Anche il logo di Maymone con i suoi vivaci colori fuxia e verde esprime l’aspirazione di Angelo e Giovanni Leone di trasformare “un luogo di solito adibito alla cura delle proprie patologie in uno spazio dedicato anche al miglioramento del proprio benessere generale.”

Ed è proprio il pubblico che a poco a poco ha percepito questo cambiamento e ha iniziato a fidelizzarsi sempre di più alle farmacie Maymone sia per la qualità dei prodotti e il loro vastissimo assortimento, ma soprattutto perché lì trova il consiglio migliore.

Mensilmente sono disponibili nelle varie sedi appuntamenti dedicati alla salute che permettono di controllare patologie con degli esami preventivi realizzati da personale specializzato. Grandissimo spazio è dato anche agli appuntamenti Beauty che nascono come delle occasioni per fare informazione sul benessere grazie ai migliori prodotti di alta gamma disponibili nei punti vendita. Oltre che dai propri clienti il modus operandi di Farmacie Maymone è stato riconosciuto negli anni anche da tanti colleghi farmacisti che, sposando la stessa visione e la stessa mission, stanno entrando in società per far crescere una realtà che da un pubblico di quartiere oggi si rivolge ad un pubblico regionale.