Caldo: anziani e bambini i soggetti più a rischio

 

Con l’arrivo dell’estate arrivano anche le ondate di calore, quel periodo in cui la temperatura e il tasso di umidità sono al di sopra della norma.

Durante le ondate di calore gli effetti negativi sono in agguato sia sulla salute di soggetti sani che di quelli a rischio come gli anziani, i bambini molto piccoli e le persone affette da malattie croniche.

Il caldo estremo può aggravare le condizioni patologiche preesistenti:

  • scompenso cardiaco
  • vene varicose
  • flebiti
  • gonfiore alle gambe

Quali sono i soggetti più a rischio:

  • Anziani al di sopra dei 75 anni con malattie croniche
  • Disabili gravi
  • Neonati e bambini molto piccoli
  • Persone che assumono molti farmaci

State attenti ai sintomi:

  • Senso di svenimento
  • Mal di testa
  • Nausea
  • Stato confusionale
  • Perdita di coscienza
  • Tachicardia (battiti accelerati)
  • Crampi muscolari
  • Temperatura corporea elevata

Cosa non fare:

  • Non provocare rapidi raffreddamenti
  • Non bere bibite ghiacciate
  • Non bere alcolici ne bevande con caffeina

Cosa fare:

  • Distendersi in un luogo fresco
  • Sollevare le gambe
  • Allentare gli indumenti
  • Fare impacchi di acqua fresca
  • Bere acqua

Consigli utili

Ecco alcuni consigli sui comportamenti da adottare durante la stagione estiva per proteggersi dal caldo.

  • Chiudere bene le tapparelle e schermare le finestre con delle tende per evitare che il sole riscaldi troppo le stanze
  • evitare di uscire nelle ore più calde della giornata, tra le 11 e le 18
  • passare del tempo in luoghi freschi
  • tenervi sempre idratati bevendo tanta acqua
  • consumare molta frutta
  • utilizzare indumenti di fibre naturali come il cotone
  • tenere sempre a portata di mano i numeri delle persone che potrebbero correre in vostro aiuto in caso di malessere.

Per approfondire l’argomento cliccare qui.